5 per mille alla cultura, nuove regole per enti e contribuenti

Con il decreto 28 luglio 2016 del presidente del Consiglio dei ministri, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale Serie Generale n.209 del 7-9-2016, vengono introdotte diverse novità a partire dal 2017 sul dispositivo del 5 per mille dell’Irpef destinato al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, a cominciare dalle caratteristiche dei soggetti ammessi al riparto.

Essi sono gli enti senza scopo di lucro che realizzino, conformemente alle proprie finalità principali definite per legge o per statuto, attività di tutela, di promozione o di valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, che dimostrino di operare in tale campo da almeno cinque anni rispetto all’anno finanziario di riferimento. Decade quindi il vincolo alla realizzazione nel periodo di riferimento di attività di tutela, promozione o valorizzazione di beni culturali o paesaggistici appartenenti a soggetti pubblici, ovvero aperti alla pubblica fruizione, di valore complessivamente almeno pari a euro 150.000 euro.

Gli enti devono presentare la domanda di iscrizione agli elenchi entro il 28 febbraio di ogni anno, esclusivamente per via telematica attraverso il sito del Ministero dei Beni culturali. Entro il successivo 20 marzo, il Ministero pubblicherà una prima lista di iscritti, ed entro il 1 aprile vanno segnalati eventuali errori. Entro il 1 maggio sarà disponibile la lista definitiva. Entro tre mesi dalla data di erogazione del contributo, il Ministero provvede alla pubblicazione in apposita sezione del proprio sito web degli elenchi dei soggetti ai quali lo stesso contributo è stato erogato, della data di erogazione e del relativo importo.

Alla richiesta va allegata la dichiarazione sostitutiva del rappresentante legale attestante il possesso dei requisiti e una relazione sintetica dell’attività svolta nell’ultimo quinquennio: in caso di lavori di restauro, vanno aggiunte anche le autorizzazioni necessarie alla realizzazione degli interventi.

Come per il 5 per mille “generico”, se permangono i requisiti in capo all’ente, l’iscrizione resterà valida per gli anni successivi e l’ente figurerà il 31 marzo di ogni anno nell’elenco pubblicato online dal Ministero; la dichiarazione sostitutiva perde efficacia in caso di variazione del rappresentate legale. Il nuovo rappresentante deve provvedere, a pena di decadenza, a sottoscrivere e trasmettere una nuova dichiarazione con l’indicazione della data della sua nomina e di quella di iscrizione dell’ente alla ripartizione del contributo.

Gli obblighi relativi alla rendicontazione sono i medesimi applicati al 5 per mille, si applicano ovvero le disposizioni di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 aprile 2010, e successive modificazioni.

Un’importante novità, infine, riguarda il fatto che il contribuente oltre all’apposizione della propria firma, potrà indicare il codice fiscale dello specifico istituto o ente cui intende destinare la quota del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

5 per mille: novità importanti autunno 2016

Con il decreto del presidente del Consiglio dei ministri 7 luglio 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 185 del 9 agosto, il legislatore interviene sul precedente Dpcm 23 aprile 2010 introducendo importanti novità di prassi per gli enti che partecipano al riparto del 5 per mille. La novità rilevante è che, a partire dall'edizione 2017 e con riferimento ai soggetti regolarmente iscritti nel 2016, l'iscrizione al 5 per mille resta valida per gli anni a venire senza bisogno di ripetere la procedura. Vale lo stesso per l'adempimento dell'invio della dichiarazione sostitutiva, a meno che non cambi il rappresentante legale; in questo caso, sarà obbligatorio l'invio della nuova dichiarazione sostitutiva firmata dal nuovo rappresentante legale. Gli enti si troveranno inseriti in un apposito elenco, pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo di ciascun anno e di seguito opportunamente aggiornato. Eventuali errori riscontrati nell'elenco andranno segnalati entro il 20 maggio dell'anno corrente alla Direzione regionale dell'Agenzia delle entrate nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell'ente.
Gli enti di nuova costituzione dovranno iscriversi una sola volta al riparto del 5 per mille, seguendo le solite procedure e tempistiche previste dalla normativa di riferimento: dopodiché, mantenendo ovviamente i requisiti, potranno usufruire del contributo per gli anni che seguono senza effettuare altre iscrizioni. In caso di perdita dei requisiti, il rappresentante legale dell'ente sottoscrive e trasmette all'amministrazione competente, con le medesime modalità della dichiarazione sostitutiva, la revoca dell'iscrizione.
Qualora il contributo sia stato indebitamente percepito in assenza di revoca si applicano le disposizioni di cui all'art. 13 del Dpcm 23 aprile 2010. Rispetto alla rendicontazione, le novità consistono in una serie di indicazioni e precisazioni normative indirizzate a una maggiore completezza e trasparenza della rendicontazione. Infine, l'amministrazione finanziaria sarà tenuta a pubblicare non solo come fino ad oggi gli elenchi dei beneficiari con gli importi da erogare, ma anche la data in cui è avvenuta l'erogazione; inoltre, dovrà pubblicare i rendiconti e le relazioni illustrative trasmessi dai beneficiari del contributo entro un mese dal ricevimento.

5 per mille 2015: iscrizioni on line fino al 7 maggio

Le associazioni hanno tempo fino al 7 maggio per iscriversi al nuovo 5 per mille. L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 13/E ha dettato la tabella di marcia del nuovo istituto, che la legge di stabilità ha definitivamente stabilizzato. I fondi da destinare ammontano a 500 milioni di euro. La redazione di Infocontinua Terzo Settore un instant book con faq e info utili.

l 5 per mille assume a pieno titolo il profilo di un contributo certo, non più soggetto a proroghe o rinnovi annuali. La circolare n. 13/E di oggi dell'Agenzia delle entrate sintetizza gli step che gli enti del volontariato e le associazioni sportive dovranno seguire per accedere al beneficio. Da oggi, è possibile iscriversi al nuovo 5 per mille attraverso i canali telematici Entratel e Fisconline che sono pronti per accogliere le candidature degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche.

- Le novità del 5 per mille 2015
La Legge di stabilità 2015 ha reso permanente il 5 per mille dell'Irpef. Da quest'anno, infatti, il beneficio non è più provvisorio e rappresenta una forma stabile di finanziamento di settori di rilevanza sociale. Inoltre, entrano a pieno diritto tra gli enti che possono accedere al contributo anche le Onlus che svolgono la propria attività nel settore della cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale. Continuano ad essere incluse, infine, le Organizzazioni non governative già riconosciute idonee dal Ministero degli Affari Esteri al 29 agosto 2014, data di entrata in vigore della Legge n.125 ("Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo") e inserite nell'elenco dello stesso Ministero.

Tempistica confermata: anche quest'anno il 7 maggio ultimo termine per iscriversi -
Il nuovo calendario del 5 per mille non presenta modifiche significative rispetto al 2014. La campagna di iscrizione, infatti, terminerà anche quest'anno il 7 maggio. Gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche, quindi, avranno tempo fino a questa data per presentare la domanda di iscrizione all'Agenzia delle Entrate esclusivamente in via telematica.

Come iscriversi e inviare la dichiarazione sostitutiva -
Gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche possono iscriversi tramite i servizi telematici dell'Agenzia, Fisconline o Entratel. Per poterlo fare devono collegarsi al sito internet www.agenziaentrate.it, compilare la domanda di iscrizione seguendo le istruzioni e usando il software disponibile online. In alternativa possono ricorrere a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica. Per quanto riguarda la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, gli enti del volontariato possono inviarla entro il 30 giugno, alla Direzione regionale dell'Agenzia nel cui ambito territoriale si trova il domicilio fiscale. Le associazioni sportive, invece, devono trasmetterla, entro la stessa data, all'ufficio del Coni nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell'associazione.

Entro il 14 maggio tutti gli elenchi online, entro il 25 gli elenchi aggiornati -
Le Entrate renderanno disponibili sul proprio sito istituzionale tutti gli elenchi, distinti per tipologia, compresi quelli degli enti della ricerca scientifica e dell'università e degli enti della ricerca sanitaria, trasmessi dai competenti Ministeri. A partire dal 14 maggio 2015, sarà consultabile online la versione provvisoria degli elenchi degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche iscritte al beneficio. Nel caso in cui gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche si accorgano di eventuali errori di iscrizione, potranno chiederne la correzione entro il 20 maggio. Una volta corretti gli errori, la pubblicazione degli elenchi aggiornati scatterà il 25 maggio.

Come regolarizzare entro il 30 settembre –
Gli enti che non hanno assolto in tutto o in parte, entro i termini di scadenza, agli adempimenti richiesti, possono regolarizzare la propria posizione ed essere ammessi alla ripartizione delle quote entro il 30 settembre. Per farlo, gli enti in possesso dei requisiti sostanziali richiesti, possono presentare le domande di iscrizione e/o provvedere alle successive integrazioni documentali, entro il 30 settembre, versando contestualmente con il modello F24 una sanzione di 258 euro e indicando il codice tributo 8115.

Scarica la circolare dell'Agenzia delle Entrate

agenzia-entrate-circ-n-13-e.pdf

Scarica il nuovo instant book dedicato al 5 per mille 2015

instant-book-infocontinua-5x1000-2015111.pdf

5 per mille 2016: al via le iscrizioni online

Riparte la stagione del cinque per mille: da oggi e fino a lunedì 9 maggio 2016 gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche possono iscriversi al 5 per mille tramite gli intermediari abilitati (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.) oppure utilizzando i canali telematici gestiti dall'Agenzia (se abilitati ai servizi Entratel o Fisconline).

Leggi tutto: 5 per mille 2016: al via le iscrizioni online

Elenchi con importi 5 per mille 2012

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate sono disponibili dati relativi alle preferenze espresse dai contribuenti nel 2012 per la destinazione del 5 per mille e agli importi attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio.

I dati sono raccolti in otto elenchi: Onlus e volontariato (ammessi ed esclusi), ricerca scientifica (ammessi ed esclusi), ricerca sanitaria (ammessi), comuni di residenza (ammessi) e associazioni sportive dilettantistiche (ammesse ed escluse).

Gli elenchi pubblicati sono comprensivi degli enti che hanno usufruito della "rimessione in bonis".

Qualora l'Agenzia delle Entrate non fosse già in possesso degli opportuni riferimenti bancari, gli enti del volontariato ammessi al beneficio del cinque per mille possono comunicare le proprie coordinate bancarie o postali necessarie per l'accredito su conto corrente.
Le coordinate bancarie devono essere comunicate dai rappresentati degli enti nei seguenti modi:

· accedendo ai servizi telematici (tramite il pin code) e utilizzando l'apposita procedura

· consegnando presso un ufficio dell´Agenzia il modello per la richiesta di accreditamento su conto corrente bancario o postale di rimborsi fiscali e di altre forma di erogazione riservato a soggetti diversi dalle persone fisiche

Gli enti che non comunicano le proprie coordinate, ovvero che non dispongono di un conto corrente, vengono pagati con modalità alternative dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Privacy Policy di http://www.csv.como.it
Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti.
Tipologie di Dati raccolti
Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie e Dati di utilizzo.
Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi.
I Dati Personali possono essere inseriti volontariamente dall'Utente, oppure raccolti in modo automatico durante l'uso di questa Applicazione.
L'eventuale utilizzo di Cookie – o di altri strumenti di tracciamento – da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l'Utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all'erogazione del servizio richiesto dall'Utente.
Il mancato conferimento da parte dell'Utente di alcuni Dati Personali potrebbe impedire a questa Applicazione di erogare i propri servizi.
L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.
Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti
Modalità di trattamento
Il Titolare tratta i Dati Personali degli Utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell'organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L'elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.
Luogo
I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.
Tempi
I Dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall'Utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l'Utente può sempre chiedere l'interruzione del Trattamento o la cancellazione dei Dati.
Finalità del Trattamento dei Dati raccolti
I Dati dell'Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne, Statistica e Interazione con social network e piattaforme esterne.
Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento.
Dettagli sul trattamento dei Dati Personali
I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Interazione con piattaforme esterne, contatto via email, iscrizione a newsletter
Statistica
Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne
Ulteriori informazioni sul trattamento
Difesa in giudizio
I Dati Personali dell'Utente possono essere utilizzati per la difesa da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione, da abusi nell'utilizzo della stessa o dei servizi connessi da parte dell'Utente.
L'Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere richiesto di rivelare i Dati su richiesta delle pubbliche autorità.
Informative specifiche
Su richiesta dell'Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questa Applicazione potrebbe fornire all'Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.
Log di sistema e manutenzione
Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questa Applicazione e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l'indirizzo IP Utente.
Informazioni non contenute in questa policy
Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.
Esercizio dei diritti da parte degli Utenti
I soggetti cui si riferiscono i Dati Personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno degli stessi presso http://www.csv.como.it, di conoscerne il contenuto e l'origine, di verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione, la cancellazione, l'aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei Dati Personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del Trattamento.
Questa Applicazione non supporta le richieste "Do Not Track". Per conoscere se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportano, consulta le loro privacy policy.
Modifiche a questa privacy policy
http://www.csv.como.it si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli Utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina, prendendo come riferimento la data di ultima modifica indicata in fondo. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l'Utente è tenuto a cessare l'utilizzo di questa Applicazione e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai Dati Personali sino a quel momento raccolti.
Informazioni su questa privacy policy
csv.como.it è responsabile per questa privacy policy.
Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.

 

AVC CSV aderisce a:

 

KbRUJQjjccp nuovo webLogo Libera