IMU TASI enti non commerciali: proroga al 30 novembre

IMU TASI enti non commerciali: proroga al 30 novembre 2014 del termine per la presentazione della dichiarazione per gli anni 2012 e 2013

Leggi tutto: IMU TASI enti non commerciali: proroga al 30 novembre

Art-bonus: chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

Il nuovo regime fiscale agevolato, Art-Bonus, prevede per le persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro a favore di cultura e spettacolo, un credito di imposta pari al 65 % delle erogazioni fatte tra il 2014 e il 2015 e al 50% di quelle eseguite nel 2016. La circolare 24/E del 31 luglio 2014 dell’Agenzia delle Entrate fa il punto sul bonus, introdotto del decreto legge 83/2014, e specifica quali sono le modalità di effettuazione delle liberalità e di utilizzo dell’agevolazione. Sul primo versante, le erogazioni possono essere realizzate tramite banca, ufficio postale, carte di debito o di credito e prepagate, assegni bancari e circolari. Sul secondo fronte, le persone fisiche e gli enti non commerciali possono sfruttare il bonus in dichiarazione, mentre le imprese con la compensazione in F24. Quanto alla “misura” del bonus, le persone fisiche e gli enti che non svolgono attività commerciale possono contare su un credito che arriva fino al 15 per cento del reddito imponibile. Per i titolari di reddito d’impresa, invece, il credito massimo riconosciuto è pari al 5 per mille dei ricavi. Danno diritto al bonus le erogazioni in denaro destinate alla manutenzione, alla protezione e al restauro di beni culturali pubblici, oltre che al sostegno di istituti e luoghi della cultura pubblici. Determinano, inoltre, un credito d’imposta le erogazioni fatte per realizzare nuove strutture e restaurare o potenziare quelle esistenti. Il credito è ripartito in tre quote annuali di pari importo. L’Art-Bonus, che deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi, può essere fruito annualmente senza alcun limite quantitativo o temporale. I beneficiari delle erogazioni devono comunicare ogni mese al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo l’ammontare delle erogazioni ricevute. Sono inoltre tenuti a dare pubblica comunicazione anche attraverso un’apposita sezione nei propri siti web istituzionali.

Volontari fuori dall'adempimento casellario giudiziale

Il decreto Lgs. 39/2014 (lotta alla pedofilia) non riguarda i volontari. "Vale nel caso in cui si abbia l'instaurazione di un rapporto di lavoro". Chiarimenti, materiali e aggiornamenti

Leggi tutto: Volontari fuori dall'adempimento casellario giudiziale

Nuova nota interpretativa sul casellario giudiziale

Il Ministero della Giustizia ha emesso una nuova nota di natura interpretativa del Decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 39 di attuazione della direttiva 2011/93/UE, relativa alla lotta contro l'abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori.

La nota fa il punto su alcuni dei dubbi interpretativi rimasti, mettendo a fuoco due importanti aspetti.

Il primo è relativo alla tipologia di lavoratori coinvolti dall'adempimento: "La norma è destinata ad essere applicata nei confronti di tutti i datori di lavoro che intendano "impiegare al lavoro", quindi che intendano instaurare un rapporto contrattuale con prestazioni corrispettive, in cui la prestazione dedotta a carico del lavoratore sia quella del lavoro per lo svolgimento di attività professionali o di attività volontarie organizzate che comportino contatti diretti e regolari con i minori."

Dal testo della nota si evince che l'acquisizione del certificato penale sia necessaria per tutte le tipologie di contratti di lavoro, anche quelle autonome o parasubordinate.

Il secondo aspetto è relativo alla durata della validità del certificato, su cui il Ministero precisa che non vi sono "argomenti né testuali né logici né sistematici" perché il datore sia obbligato a rinnovare la richiesta del certificato ogni sei mesi se la durata del contratto di lavoro è superiore a tale termine (ad es. contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato o collaborazione su base annuale con professionista con p.iva). Resta inteso che ad ogni nuova stipula di contratto sia necessario procedere a una nuova acquisizione del certificato anche se si tratta dello stesso lavoratore.

Spesometro anno fiscale 2013

 

 
Per il periodo d’imposta 2013 la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art.21 D.L. 78/2010, "Spesometro") dovrà essere presentata rispettando questi termini:

- contribuenti che effettuano la liquidazione Iva mensile, inviano entro il 10 aprile 2014;

- contribuenti che effettuano la liquidazione Iva trimestrale, inviano entro il 20 aprile 2014

 

La comunicazione va inviata esclusivamente in via telematica utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline. Se non in possesso di tali strumenti, occorre rivolgersi agli intermediari abilitati.

In ogni caso, le modalità tecniche e i termini relativi alla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA sono contenuti nel Provvedimento 2013/94908 del 2/8/2013 del 2/8/2013 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate e nelle istruzioni di compilazione del Modello (in allegato con il modello stesso).

Sono consultabili sul sito dell’Agenzia delle Entrate anche le risposte a quesiti specifici relativi agli enti non commerciali.

Per l’omissione delle comunicazioni, per la loro effettuazione con dati incompleti o non veritieri, si applica la sanzione da € 258,00 a € 2.065,00. E’ prevista la facoltà di avvalersi dell’istituto del ravvedimento operoso.

In particolare, si sottolinea che sono obbligate all’adempimento anche le associazioni che hanno optato per la partita iva in regime 398/1991: avendo questo regime il versamento dell’iva trimestrale, la scadenza per ora è il 20 aprile 2014.

Privacy Policy di http://www.csv.como.it
Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti.
Tipologie di Dati raccolti
Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie e Dati di utilizzo.
Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi.
I Dati Personali possono essere inseriti volontariamente dall'Utente, oppure raccolti in modo automatico durante l'uso di questa Applicazione.
L'eventuale utilizzo di Cookie – o di altri strumenti di tracciamento – da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l'Utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all'erogazione del servizio richiesto dall'Utente.
Il mancato conferimento da parte dell'Utente di alcuni Dati Personali potrebbe impedire a questa Applicazione di erogare i propri servizi.
L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.
Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti
Modalità di trattamento
Il Titolare tratta i Dati Personali degli Utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell'organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L'elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.
Luogo
I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.
Tempi
I Dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall'Utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l'Utente può sempre chiedere l'interruzione del Trattamento o la cancellazione dei Dati.
Finalità del Trattamento dei Dati raccolti
I Dati dell'Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne, Statistica e Interazione con social network e piattaforme esterne.
Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento.
Dettagli sul trattamento dei Dati Personali
I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Interazione con piattaforme esterne, contatto via email, iscrizione a newsletter
Statistica
Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne
Ulteriori informazioni sul trattamento
Difesa in giudizio
I Dati Personali dell'Utente possono essere utilizzati per la difesa da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione, da abusi nell'utilizzo della stessa o dei servizi connessi da parte dell'Utente.
L'Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere richiesto di rivelare i Dati su richiesta delle pubbliche autorità.
Informative specifiche
Su richiesta dell'Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questa Applicazione potrebbe fornire all'Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.
Log di sistema e manutenzione
Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questa Applicazione e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l'indirizzo IP Utente.
Informazioni non contenute in questa policy
Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.
Esercizio dei diritti da parte degli Utenti
I soggetti cui si riferiscono i Dati Personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno degli stessi presso http://www.csv.como.it, di conoscerne il contenuto e l'origine, di verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione, la cancellazione, l'aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei Dati Personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del Trattamento.
Questa Applicazione non supporta le richieste "Do Not Track". Per conoscere se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportano, consulta le loro privacy policy.
Modifiche a questa privacy policy
http://www.csv.como.it si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli Utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina, prendendo come riferimento la data di ultima modifica indicata in fondo. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l'Utente è tenuto a cessare l'utilizzo di questa Applicazione e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai Dati Personali sino a quel momento raccolti.
Informazioni su questa privacy policy
csv.como.it è responsabile per questa privacy policy.
Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.

 

AVC CSV aderisce a:

 

KbRUJQjjccp nuovo webLogo Libera

Home Normative Altre informazioni utili